FIL a Roma per un convegno sull’immunoncologia

Oggi, 18 dicembre si svolge il convegno scientifico “L’evoluzione dell’ingegneria genetica in immunoncologia”, organizzato con il patrocinio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità. La giornata vede inoltre l’importante collaborazione della Fondazione Italiana Linfomi (FIL), insieme all’Associazione Italiana contro le Leucemie (AIL), e la Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO). Dalle ore 9.30, nell’importante sede istituzionale della Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” di Roma, si parla delle prospettive nell’immediato futuro legate all’ingegneria genetica in immunoncologia. Un ramo della ricerca scientifica avanzata che negli ultimi anni ha comportato un’importante  evoluzione nelle terapie oncologiche. L’immunoncologia è di fatto l’ultima frontiera nel trattamento delle neoplasie e ha affiancato le classiche chemioterapia, radioterapia e chirurgia. Il meccanismo alla base è lo sfruttamento del sistema immunitario del paziente stesso contro il tumore. Il vantaggio e successo di questa strategia sono correlati alla “memoria” e adattabilità insite nel sistema immunitario. L’immunoncologia è un settore in grande fermento per quanto riguarda ricerca e sviluppo, con l’obiettivo di rendere disponibili ai pazienti trattamenti potenzialmente curativi, soprattutto per quei casi in cui non siano disponibili altre opzioni. 

In rappresentanza della Fondazione Italiana Linfomi parteciperà al convegno romano il Vice Presidente FIL Francesco Merli, che proporrà una relazione sul tema delicato e di grande importanza del bisogno clinico insoddisfatto per i pazienti refrattari alla pratica clinica corrente.

Il programma dell’evento, dall’alto valore scientifico ma anche istituzionale, prevede interventi di Parlamentari membri della Commissione Igiene e Sanità del Senato, e delle Commissioni Affari Sociali e Bilancio, e naturalmente di illustri medici e ricercatori, interventi che saranno moderati dal giornalista Daniel Della Seta. Un incontro importante per comprendere le potenzialità e peculiarità dell’immunoncologia e dell’ingegneria genetica, e le opportunità ad esse collegate nel prossimo futuro.

Di seguito il programma dell’evento cliccando sull’immagine >>

Se lo hai trovato interessante... condividilo!