organigramma-fil

La struttura della Fondazione Italiana Linfomi

La struttura della Fondazione Italiana Linfomi è complessa e articolata.

FIL svolge le sue attività attraverso il lavoro coordinato di numerosi organi direttivi: Assemblea dei Fondatori, Comitato Direttivo, Presidenza e Vice-Presidenza, Tesoreria, Ufficio di Presidenza, Past President, segreteria, revisione dei conti, Presidenze onorarie, Commissioni Scientifiche, uffici studi e responsabili della protezione dei dati.

L’Assemblea dei Fondatori Elettori è l’organo al quale è riservata la deliberazione degli atti essenziali della vita della Fondazione e per il raggiungimento dei suoi scopi: elegge i membri del Comitato Direttivo, nomina il Revisore dei Conti, approva il bilancio preventivo e quello consuntivo, esprime pareri ogni qualvolta richiesto dal Comitato Direttivo.

Il Comitato Direttivo di FIL, composto da 15 membri, è l’organo incaricato di stabilire le linee di sviluppo e i progetti futuri della Fondazione definendone le priorità, di approvare le proposte o progetti di studio e/o di ricerca valutati dalle Commissioni Scientifiche e di provvedere all’amministrazione e alla gestione della Fondazione.

Il Presidente del Comitato Direttivo di FIL ha la legale rappresentanza della Fondazione e cura le relazioni con enti, istituzioni, imprese pubbliche e private e altri organismi per instaurare rapporti di collaborazione e sostegno alle singole iniziative della Fondazione.

Il Presidente della Fondazione Italiana Linfomi per il biennio 2022-2023 è il Dott. Andrés J.M. Ferreri, Vice Direttore dell’Unità di Medicina Onco-Ematologica e Direttore dell’Unità di Linfomi dell’IRCCS Istituto Scientifico San Raffaele di Milano.

Il Vice-Presidente attualmente in carica, che assume il ruolo di Presidente per i 3 anni successivi allo scadere del Presidente in carica, è il Prof. Marco Ladetto, responsabile del Reparto di Ematologia presso l’Ospedale Santi Antonio e Biagio e Casare Arrigo di Alessandria.

Il Tesoriere, incarnato attualmente dalla Dott.ssa Chiara Rusconi, ematologa presso l’I.R.C.C.S. Istituto Nazionale Dei Tumori di Milano, svolge le attività relative al bilancio finanziario della Fondazione e resta in carica 2 anni, rieleggibile solo per un secondo mandato.

È presente in struttura anche un Past President, ovvero, al termine del suo mandato, il Presidente resta nel Direttivo per 2 anni. Oggi il Past President è il segretario della Fondazione, il Dott. Francesco Merli, dell’AUSL IRRCS Reggio Emilia.

Il Revisore dei Conti della Fondazione Italiana Linfomi provvede, invece, alla verifica della gestione finanziaria, delle scritture contabili e dei flussi di cassa ed esamina i bilanci redigendo apposite relazioni. Oggi è rappresentato dal commercialista Dott. Marco Estienne.

L’Assemblea dei Fondatori può nominare quali Presidenti Onorari studiosi o clinici che si siano distinti nel campo dei linfomi e/o che abbiano contribuito allo sviluppo della Fondazione.

Infine, considerato che la Fondazione Italiana Linfomi svolge, come principale attività, la promozione di studi e ricerche nel campo dei linfomi e delle altre malattie linfoproliferative, è tenuta alla designazione obbligatoria del RPD o Data Protection Officer nei termini previsti, rientrando nella fattispecie prevista dall’art. 37 del GDPR.

ricerca-fil

 

L’Ufficio di Presidenza FIL

L’Ufficio di Presidenza ha il compito di condurre e verificare l’attività scientifica ed economica della Fondazione sulla base delle direttive del Comitato Direttivo coadiuvando il Presidente in tutte le sue funzioni.

È composto dal Presidente in carica, dal Vice-Presidente, dal Tesoriere e da altri 2 membri eletti del Direttivo, selezionati dal Presidente per deleghe specifiche.

Ufficio di Presidenza in carica è composto da: Dott. Andrés J.M. Ferreri (Presidente), Prof. Marco Ladetto (Vice-Presidente), Dott.ssa Chiara Rusconi (Tesoriere), Dott. Francesco Merli, Dott. Michele Spina.

 

Le Commissioni Scientifiche FIL

Le Commissioni Scientifiche FIL sono un organo consultivo e di indirizzo sulla diagnosi e cura delle malattie linfoproliferative, oggetto dell’attività della Fondazione Italiana Linfomi.

Le Commissioni Scientifiche FIL hanno in particolare il compito di valutare in termini di validità scientifica e possibilità di realizzazione le proposte di studi inoltrate alla Fondazione da medici e ricercatori provenienti da centri collocati su tutto il territorio nazionale o in collaborazione con gruppi di ricerca internazionale.

Le proposte sono discusse in sede di incontri periodici delle singole Commissioni dai quali emergono suggerimenti, proposte di modifica e valutazioni dei progetti di studio.
Una volta approvate, le proposte di studio saranno discusse in sede di Comitato Direttivo per l’approvazione definitiva e l’attivazione come progetti della Fondazione Italiana Linfomi.

Il lavoro delle Commissioni Scientifiche della FIL continua nel corso di tutto lo studio con valutazioni circa lo stato di avanzamento dello stesso e con la presentazione di eventuali osservazioni al responsabile del progetto e agli organi direttivi.

 

Gli Uffici Studi FIL

Gli Uffici degli studi della Fondazione Italiana Linfomi di Alessandria hanno una struttura altrettanto articolata e sono composti da un Direttore e da un Vice-Direttore Operativo, un Consulente Medico, un addetto alla segreteria e amministrazione, un addetto ai sistemi informativi, un responsabile e una serie di addetti all’area Start Up, un addetto all’archiviazione dati e logistica, alcuni addetti alla farmacovigilanza, un responsabile dell’area gestione studi, alcuni Study Coordinator, un addetto alla progettazione e validazione CRF, un addetto alla statistica, gestione dati e reportistica, un responsabile dell’area supporto redazione Pubblicazioni Scientifiche e, per finire, dei responsabili dell’area Fundraising e Marketing.

Una squadra che ogni giorno offre la propria competenza e professionalità a servizio di una nobile ed importante causa.

Sostieni la ricerca