Il secondo Memorial Antonio Candidi il 16 giugno ancora a sostegno della ricerca sui linfomi

Domenica 16 giugno, al campo parrocchiale di piazza S.Eurosia a Lariano (Roma), si svolgerà la seconda edizione del Memorial Antonio Candidi, un appuntamento annuale con lo sport a sostegno della ricerca sui Linfomi condotta da FIL (Fondazione Italiana Linfomi). Il Memorial è organizzato dalla famiglia di Antonio, scomparso prematuramente nel 2017, a soli 28 anni. Un ragazzo che la comunità di Lariano, insieme ai familiari e agli amici, vuole continuare a ricordare attraverso un torneo calcistico a lui dedicato. Il programma della seconda edizione, dopo il successo dello scorso anno, prevede l’inizio del torneo alle 16.30 e le premiazioni alle ore 21 con l’intervento del professor Massimiliano Postorino, docente all’Università di Tor Vergata specializzato in malattie del sangue. Le offerte raccolte durante la serata saranno nuovamente devolute a FIL per proseguire un percorso di ricerca cominciato un anno fa su una patologia rara, i Linfomi T. FIL ringrazia di cuore ancora una volta la famiglia e gli amici di Antonio per questa scelta grazie alla quale sarà possibile dare una speranza alla ricerca e ai pazienti affetti dai linfomi rari. Tramite i fondi raccolti con la prima edizione del Memorial sono stati compiuti importanti passi avanti nell’ambito del progetto “Confronto tra espressione Immunoistochimica e Genica delle vie metaboliche di BCL-2, CD38, PD1 e PD1-L mediante piattaforma NanoString in pazienti con Linfoma T Periferico Nodali”. Lo studio, i cui risultati saranno disponibili entro la fine del 2019, ha lo scopo di valutare con una metodologia alternativa l’espressione di alcuni biomarcatori per i quali potrebbero essere disponibili potenziali farmaci “a bersaglio”. L’ipotesi è pertanto quella di sviluppare un modello diagnostico rapido, riproducibile e che non avrà costi superiori rispetto alle metodiche tradizionali ma che potrebbe in futuro guidare la scelta terapeutica per questo gruppo di pazienti. Le analisi sono in corso presso il laboratorio di Emolinfopatologia dello IEO di Milano (Prof. Stefano Pileri).

Se lo hai trovato interessante... condividilo!