Conosciamo i centri FIL • Ospedale Mons. Dimiccoli di Barletta

Fondazione Italiana Linfomi riunisce più di 150 centri in tutta Italia, che si occupano di ricerca sui linfomi, terapie, azioni rivolte alla qualità di vita dei pazienti. Questa grande rete rappresenta l’elemento distintivo e qualificante della Fondazione. Ma ognuno di questi centri rappresenta a sua volta una realtà sanitaria di alto livello, un punto di riferimento per chi ha necessità di accedervi, il luogo dove operano staff professionali di grande valore. Per questo FIL ha pensato di raccontarveli.

Oggi parliamo di una importante struttura pugliese, l’Ospedale “Monsignor Dimiccoli” di Barletta, che negli ultimi anni ha visto forti investimenti e profonde innovazioni che lo hanno reso un polo specializzato in particolare per affrontare le patologie tumorali. Il dottor Giuseppe Tarantini, che dirige l’Unità Operativa di Ematologia al “Dimiccoli”, evidenzia l’importanza della collaborazione con FIL: “La Fondazione ci offre, come specialisti, l’opportunità di una costante crescita culturale grazie allo spirito collaborativo tra i referenti di tutti i Centri italiani che ne fanno parte. Una crescita che si riflette sicuramente anche sui pazienti, che possono usufruire dei migliori standard diagnostici e terapeutici. Gli stessi pazienti sono consapevoli dell’importanza di questa rete nazionale e ce ne parlano. Una volta un mio paziente, parlando della Fondazione, mi ha chiesto ad esempio se FIL stesse per la parola inglese “feel”. Non è così, ma visto che questo termine può significare anche “sensibilità”, ha costruito idealmente un bel collegamento”.

L’ospedale “Dimiccoli” di Barletta negli ultimi anni si è indirizzato verso una sempre maggiore attenzione alle patologie tumorali e un costante miglioramento nelle risposte diagnostiche e terapeutiche, anche attraverso l’introduzione di nuove tecnologie all’avanguardia.

Se lo hai trovato interessante... condividilo!